I sottoprodotto del caffè e come usarli creativamente

Vietnamese Coffee Exporter
sottoprodotto del caffè-Helena coffee

I sottoprodotto del caffè rappresentano una sfida importante per la catena di approvvigionamento del caffè. I coltivatori scartano più della metà della polpa, del mucillagine e del pergamino del frutto del caffè, che spesso finiscono per inquinare i terreni circostanti. L’acqua inquinata può creare problemi ambientali, poiché spesso viene reimmessa nelle acque locali, creando pericolose proliferazioni di alghe.

La verità è che la nostra bevanda preferita causa enormi danni ambientali nei paesi produttori. Quindi, come possiamo ridurre questo impatto? Possiamo riutilizzare o riproporre le ciliegie di caffè o i fondi di caffè usati?

Ecco cinque usi creativi dei sottoprodotto del caffè e metodi per ridurre al minimo i rifiuti del caffè.

SOTTOPRODOTTO DEL CAFFÈ: CASCARA

La cascara (nota anche come sultana in Bolivia e qishr in Yemen) è una bevanda ricavata dalla buccia secca della ciliegia del caffè. Si prepara mettendo in infusione le ciliegie come un tè in acqua calda o fredda.

Nei paesi produttori di caffè come Yemen ed Etiopia, bere cascara è una tradizione antica. I coltivatori la servono ogni mattina e nelle occasioni speciali. Come i chicchi, il gusto dipende dalla varietà. Puoi acquistare la cascara online da Square Mile o The Barn, quindi perché non provarla? Puoi anche arricchirla con spezie, usando tutto, dallo zenzero alla cannella o ai chiodi di garofano, per creare la tua bevanda personalizzata. Ricorda solo che, come il caffè, anche la cascara contiene caffeina. Non esagerare mentre sperimenti!

SOTTOPRODOTTO DEL CAFFÈ: ŜELOSODA

Immagina di sorseggiare un mix di caffè frizzante e lasciarti sorprendere dallo ŝelosoda. Questo prodotto, simile alla cascara ma con un gusto unico, offre una combinazione di miele dolce e note di arancia naturale, arricchite talvolta con succo biologico di limone e arancia per esaltarne ulteriormente il sapore. La sua effervescenza aggiunta promette un’esperienza di bevuta rinfrescante e vivace, perfetta per essere gustata da sola o abbinata a certi tipi di alcol, come il gin.

Originario dalla piantagione di caffè Las Lajones in Panama e prodotto nel sud della Germania, lo ŝelosoda è un vero tesoro da scoprire. Sebbene sia raro trovarlo al di fuori del mercato tedesco, esplorare la possibilità di creare la propria versione di ŝelosoda offre un vasto campo per la sperimentazione e la personalizzazione. Con il giusto tocco personale, potresti addirittura distinguerti e lasciare il segno nella tua comunità di appassionati di caffè e bevande.

E se non hai voglia di metterti alla prova con nuove ricette, è solo questione di tempo prima che questa deliziosa bevanda trovi la sua strada verso il mercato globale, magari attraverso le piattaforme online. Continua a seguire questa tendenza emergente nel mondo del caffè, dove l’innovazione e la passione si incontrano per offrire nuove e affascinanti esperienze gustative agli amanti del caffè di tutto il mondo.

SOTTOPRODOTTO DEL CAFFÈ: FARINA DI CAFFÈ

Sì, hai letto bene – farina di caffè! Immagina deliziosi biscotti o brownies fatti in casa arricchiti dalle note floreali, agrumate e di frutta tostata che si mescolano con il delizioso gusto del cioccolato. Questo è ciò su cui CF Global Holdings, fondata dall’ex dipendente di Starbucks Dan Belliveau, sta concentrando i propri sforzi.

La farina di caffè è ottenuta dai resti delle ciliegie del caffè, ma le sue caratteristiche ecologiche non sono l’unica cosa straordinaria. Questa opzione senza glutine dovrebbe contenere cinque volte la fibra della farina di grano intero e tre volte più ferro degli spinaci freschi. Fantastico, vero? E se la farina di caffè diventasse popolare, fornirebbe una fonte di reddito aggiuntiva per i coltivatori di caffè che potrebbero vendere le loro ciliegie essiccate ai mulini per la farina. Questo non solo promuoverebbe una maggiore crescita economica nelle comunità agricole, ma contribuirebbe anche significativamente alla riduzione dei rifiuti organici.

Con una previsione di arrivo sugli scaffali entro la fine del 2015, la farina di caffè promette di introdurre un ingrediente innovativo e sostenibile nelle cucine di tutto il mondo. Tieni d’occhio questo interessante sviluppo nel settore alimentare, che potrebbe aprire nuove possibilità per la gastronomia casalinga e commerciale.

SOTTOPRODOTTO DEL CAFFÈ: FERTILIZZANTE

Il caffè non è solo per svegliarti al mattino; può anche risvegliare le tue piante. Se come me sei entusiasta di acquistare nuove piante solo per vederle appassire rapidamente, i fondi di caffè possono essere la tua soluzione.

I fondi di caffè usati conservano ancora nutrienti benefici per il terreno, se usati con moderazione. Puoi chiedere al tuo bar locale di darti i fondi di caffè residui o utilizzare quelli rimasti dalla tua caffettiera. Basta mescolarli nel terreno intorno alle piante e i fondi aggiungeranno materia organica che migliora la qualità del suolo. Un altro modo per utilizzare i fondi di caffè nel giardino è come compostaggio. Se li giri regolarmente, aggiungeranno azoto al cumulo di compostaggio e si trasformeranno in compost in circa tre settimane.

Un punto bonus: si dice che la presenza di caffeina attorno alle piante tenga lontane lumache e chiocciole, proteggendo così le tue piante dai danni. Questo metodo naturale può essere una soluzione ecologica e efficace per mantenere il tuo giardino al sicuro, riducendo nel contempo il tuo spreco di fondi di caffè.

DEODORANTE AMBIENTALE

I fondi di caffè non sono solo utili per le tue piante – ti aiutano anche in casa.

Ogni tanto, quando apri il frigorifero (a seconda di cosa stai conservando lì dentro), potresti essere accolto da alcuni odori sgradevoli. Ecco un trucco intelligente: tieni sempre una ciotola di fondi di caffè freschi e non usati dentro. Assorbirà gli odori, di solito durante la notte. Lo stesso metodo può essere applicato agli armadi della cucina maleodoranti, o se vuoi eliminare l’odore di fumo in una stanza. O potresti usarlo come sapone quando le tue mani odono di aglio. O se la tua auto puzza. Capisci il concetto.

Ci sono davvero molti utilizzi creativi per i sottoprodotti del caffè e i fondi di caffè usati, e le ricerche mostrano che potrebbero essercene di più in arrivo. Studi recenti hanno esplorato come le sostanze contenute nella ciliegia del caffè possano essere utilizzate nel mangime animale, nei biocarburanti, nell’agricoltura e persino nei prodotti di bellezza. Quindi perché non creare il tuo sapone al caffè o scrub viso a casa? Sii curioso e sperimenta; il tuo caffè potrebbe fare miracoli per l’ambiente – e per te stesso!

FAQs: