Guida ai parassiti e alle malattie più comuni del caffè

Vietnamese Coffee Exporter
parassiti-Helena coffee

Le piaghe e le parassiti possono danneggiare il tuo raccolto. Un controllo insufficiente di un’infestazione o di un’epidemia può comportare difficoltà economiche o addirittura la devastazione. Sai quali sono le piaghe e le malattie più minacciose? Come puoi identificarle?

Continua a leggere per capire meglio cosa sono e come gestirle correttamente.

Cosa provoca le malattie e attira le piante?

Come per qualsiasi coltura, anche il caffè è vulnerabile alle piante e alle malattie. Secondo un rapporto del 2012 di Fabienne Ribeyre, ricercatore presso il centro di ricerca agricola francese CIRAD, “la maggior parte delle malattie del caffè sono causate da funghi patogeni e, meno frequentemente, da batteri e virus”.

“La marciume delle radici, le ruggini e le malattie dei frutti del caffè possono attaccare alberi sani senza alcuna particolare debolezza fisiologica, mentre la maggior parte delle altre malattie di importanza economica si manifesta solo negli alberi deboli fisiologicamente”, afferma il rapporto.

Tuttavia, alcuni fattori rendono la coltura del caffè più vulnerabile a infestazioni ed epidemie. Adriana Villanueva, cofondatrice di Inconexus, un esportatore di caffè colombiano, mi ha raccontato che i seguenti fattori influenzano l’incidenza di piante e malattie:

Genetica

Le varietà di caffè presentano differenze significative nella loro resistenza alle malattie. Ad esempio, il Bourbon Pointu/Laurina è notoriamente vulnerabile alla roya, un fungo che può devastare interi raccolti. Questa sensibilità genetica rende cruciale la scelta delle varietà giuste per mitigare i rischi fitosanitari.

Condizioni ambientali

Il caffè è una coltura diffusa in numerosi paesi, ciascuno con le proprie sfide fitosanitarie. Le condizioni ambientali locali giocano un ruolo fondamentale nella proliferazione di insetti e malattie specifiche. Ad esempio, la broca del caffè trova condizioni ideali in ambienti umidi, dove può moltiplicarsi rapidamente e danneggiare i frutti. Anche in stagioni eccezionalmente secche, gli insetti possono sopravvivere all’interno dei chicchi di caffè fino alle prime piogge, emergendo poi per causare danni significativi.

Alcune malattie, come la ruggine del caffè, sono ubiquitarie. Questo fungo ha acquisito una rilevanza globale, minacciando le coltivazioni di caffè in tutti i principali paesi produttori, indipendentemente dalle condizioni climatiche locali. La sua diffusione ha reso imperativo adottare strategie di gestione integrata per proteggere i raccolti e garantire la sostenibilità della produzione caffettiera a livello mondiale.

La gestione del coltivo

Una solida comprensione dell’agricoltura può fare la differenza nel controllo delle piante e delle malattie. I coltivatori di caffè dipendono da piante produttive e resistenti per rimanere competitivi. Un cattivo controllo del coltivo potrebbe avere gravi ripercussioni sul raccolto e sui profitti.

Ad esempio, i caffè danneggiati possono essere più suscettibili alle infezioni fungine, mentre una fertilizzazione inadeguata può causare debolezza strutturale. Persino qualcosa di apparentemente insignificante come le foglie cadute a terra può rappresentare un problema: aumenta il rischio di muffe e fornisce un rifugio per le piante.

Mantenere un ambiente sano e pulito è cruciale per ridurre il rischio di malattie e infestazioni. Questo include pratiche come la pulizia regolare del terreno, la gestione dell’ombreggiatura e l’uso di varietà resistenti. Investire nella formazione continua e nell’implementazione di pratiche agricole sostenibili può aiutare i coltivatori a proteggere il loro investimento e a garantire una produzione di caffè stabile e di alta qualità.

Economia

Es più probabile che i produttori che non guadagnano abbastanza per investire nelle loro piantagioni siano più colpiti da piaghe e malattie. Questo può creare un circolo vizioso. Se un coltivatore di caffè non può permettersi di acquistare fertilizzanti, nuove piante o pesticidi, potrebbe essere maggiormente vulnerabile agli attacchi di parassiti e malattie, con conseguente riduzione del rendimento del raccolto. Questo a sua volta potrebbe impedirgli di investire nelle coltivazioni dell’anno successivo, perpetuando il ciclo negativo.

Il mantenimento di un reddito stabile e sufficiente è essenziale per proteggere le piantagioni di caffè e garantire la loro produttività nel lungo periodo. Investimenti strategici nelle pratiche agricole, inclusa la gestione integrata delle piante e la formazione sui metodi di coltivazione sostenibili, possono aiutare a rompere questo circolo vizioso, migliorando la resilienza delle piantagioni e promuovendo una maggiore sostenibilità economica per i coltivatori.

Certo! Quali parassiti e malattie dovresti tenere sotto controllo?

Sebbene ci siano centinaia di parassiti e molte malattie che possono colpire i caffè, alcune sono più comuni di altre. Secondo il rapporto di Ribeyre, ci sono più di 900 specie di insetti, oltre a altri parassiti come parassiti microscopici, molluschi, uccelli e mammiferi, insieme a una vasta gamma di malattie che attaccano le coltivazioni di caffè.

Tuttavia, è importante notare che molte di queste piaghe e malattie sono distribuite geograficamente e molte di esse sono limitate a un solo continente. Solo un numero ridotto di parassiti è diffuso in tutta la zona tropicale.

Inoltre, il rapporto spiega che molte di queste piaghe si sono diffuse accidentalmente attraverso carichi di caffè infettati. Vediamo più nel dettaglio alcune delle principali piaghe e malattie che colpiscono il caffè.

Plaghe comuni del caffè

In generale, gli insetti indeboliscono i chicchi di caffè e ne riducono la densità. Inoltre, le punture degli insetti possono facilitare un’infezione secondaria dei cafetos da parte di funghi e altri microorganismi. L’infestazione degli insetti non solo diminuisce il rendimento, ma può anche avere un effetto significativo sul profilo del caffè, causando una riduzione della qualità in termini di sapore e aroma.

Broca del caffè

Questi piccoli coleotteri neri sono presenti in quasi tutti i paesi produttori di caffè, dove scavano gallerie all’interno dei frutti. È estremamente difficile combatterli con insetticidi poiché sono protetti dalle bacche. Questi insetti si sono diffusi in tutto il mondo dall’Africa insieme alle colture di caffè già nel XVI secolo. Secondo il Café de Colombia, questa infestazione ha causato danni significativi alla coltivazione di caffè nel corso della storia.

Nei campi colpiti dalla broca del caffè, il rendimento diminuisce perché le giovani bacche possono cadere prematuramente e tutte le bacche raccolte hanno un peso inferiore.

Il danno causato dalla broca può anche influenzare le qualità sensoriali del caffè, riducendo così il suo valore commerciale. Se il danno è grave, può produrre un sapore amaro, resinoso o fermentato nella tazza. Inoltre, il danno della broca può causare una tostatura non uniforme, il che ha ulteriori conseguenze sul sapore del caffè.

Minador de foglie

I minatori di foglie sono due specie correlate di falene: Leucoptera coffeella, predominante in America Latina, e Leucoptera caffeina, riscontrata nei paesi produttori dell’Africa.

Questi insetti infestano le foglie dei cafetos. Secondo il Café de Colombia, le larve dei minatori di foglie del caffè si nutrono delle foglie della pianta. Se molte larve si trovano sulla stessa foglia, questa può subire necrosi fino al 90% della sua struttura. La necrosi è la morte delle cellule e si manifesta con macchie scure e acquose o aree marroni che sembrano carta.

La defogliazione compromette la capacità della pianta di effettuare la fotosintesi. Senza fotosintesi, la crescita della pianta è compromessa. Di conseguenza, i frutti potrebbero non maturare correttamente e la resa generale del raccolto sarà probabilmente molto ridotta. Se i chicchi immaturi o morti raggiungono la fase finale di estrazione, possono conferire al caffè un sapore amaro e astringente.

Cochinillas

Le cocciniglie sono un gruppo di insetti che si nutrono di diversi alberi e piante. parassiti Nel caffè, attaccano varie parti tra cui rami, noduli, foglie, radici e grappoli di fiori. Si nutrono della linfa del cafeto e secernono una sostanza appiccicosa che attira le formiche. Questa sostanza favorisce anche la formazione di una muffa nera che copre le foglie e può ridurre la fotosintesi.

La riduzione della linfa, della circolazione e della fotosintesi provoca stress nei cafetos, che tendono a produrre chicchi più chiari o immaturi. Questo può risultare in un sapore astringente, metallico o amaro nella tazza di caffè.parassiti

Nematodi

I nematodi sono parassiti microscopici simili a vermi. Esistono molte specie che attaccano il sistema radicale dei cafetos e si nutrono della loro linfa. I nematodi possono formare nodi nelle radici che impediscono alla pianta di assorbire acqua e nutrienti correttamente. Un’infestazione può portare alla riduzione delle radici, alla defogliazione e,parassiti in generale, a una perdita di salute della pianta. Ciò può tradursi in un basso rendimento e in chicchi più chiari.

Come evitare parassiti e malattie?

Il modo migliore per evitare parassiti e malattie è attraverso una buona gestione agronomica. La scelta della varietà, la gestione dell’ombra, l’uso selettivo dei pesticidi e la nutrizione delle piante sono considerazioni importanti.

Francisco Quezada Montenegro è un agronomo presso Dinámica International Crops, un produttore ed esportatore del Guatemala. Mi ha detto che “[le malattie possono essere] prevenute… con una buona alimentazione”.

Ha anche detto che una buona alimentazione rende la pianta più resistente, ma anche l’applicazione preventiva di fungicidi come la poltiglia bordolese (fungicida a base di rame) apporta benefici. “L’importanza del rame è che è l’unico fungicida che non crea resistenza”, ha affermato.parassiti

Inoltre, ha sottolineato l’importanza del monitoraggio della temperatura e dell’umidità “[per] effettuare applicazioni nei punti ottimali per avere una maggiore copertura”.

Ultime conclusioni

I coltivatori di caffè devono affrontare molte sfide. Sebbene esistano molti fattori che non è possibile controllare, come i cambiamenti climatici e l’economia globale, i parassiti e le malattie possono essere gestiti. Comprendere i parassiti e le malattie è il primo passo per controllarli.

Quindi, inizia a monitorare e assicurati di utilizzare tecniche fitosanitarie. Alcuni piccoli cambiamenti possono ridurre l’incidenza di parassiti e malattie senza fare grandi investimenti.

FAQs:

Share