Come scegliere una macchina per espresso: esplorare i vari tipi di macchine.

Vietnamese Coffee Exporter
macchina per espresso-Helena coffee

Macchina per espresso professionali sono sempre più presenti negli uffici e nelle case. È fantastico poter gustare il nostro caffè specializzato anche in ufficio o senza dover uscire di casa, ma quanto realmente capisci di ciò che succede quando imposti un caffè?

La scocca elegante può nascondere meccanismi significativamente diversi. Scopriamo cosa c’è sotto la superficie e impariamo di più sulle macchine per espresso.

Le MACCHINE A VAPORE

È riportato che nel 1884, Angelo Moriondo presentò “nuovi macchinari a vapore per la preparazione economica e istantanea della bevanda al caffè” all’Esposizione Generale di Torino. Fu così che nacque il sistema di caffè pressurizzato.

Le macchine elettriche a vapore sono ancora oggi in uso. La loro semplicità le rende facili da usare e mantenere, oltre che economiche e compatte. Ma come funzionano?

All’interno di un serbatoio ermetico, l’acqua viene portata al punto di ebollizione e si crea il vapore. Questo genera pressione, che spinge l’acqua attraverso un serbatoio e nel caffè. È simile a quanto avviene all’interno di una caffettiera moka a fornello.

Il lato negativo delle macchine a vapore è che raggiungono solo 1-1,5 bar di pressione. La pressione ideale per un caffè espresso è di 9 bar. In queste macchine, l’acqua utilizzata per creare il vapore è anche quella utilizzata per preparare il caffè. Ciò significa che l’acqua è quasi in ebollizione quando raggiunge il caffè, il che può compromettere il sapore a causa di un’estrazione eccessiva.

Iván Mora è un barista presso Hola Coffe a Madrid. Afferma che nelle macchine a vapore “non solo la pressione è bassa, ma le temperature sono molto alte”. Le macchine a vapore funzionano bene se si desidera un caffè espresso rapido senza investire troppo tempo o denaro. Con un po’ di sperimentazione sulla dimensione della macinatura, potresti riuscire a produrre una tazza ben preparata senza estrarre troppo.

MACCHINE A LEVA

Le macchine a leva richiedono una forza fisica per estrarre il caffè. Esistono due tipi: manuali e a molla.

Una macchina manuale si riconosce dalla posizione orizzontale di riposo della leva. Quando viene sollevata, un’apertura nella camera di infusione permette all’acqua pre-riscaldata di saturare il caffè macinato. Il barista può controllare la durata della pre-infusione, il flusso e la pressione a seconda di quando riabbassa la leva.

Nelle macchine a molla, la leva punta verso l’alto quando la molla interna è rilassata. Tirando verso il basso la leva, la molla si comprime e solleva il pistone. Ciò crea spazio nella camera di infusione per l’entrata dell’acqua. La leva ritorna in alto quando la molla rilascia la sua tensione. Questo fa sì che il pistone spinga l’acqua verso il basso ed estragga l’espresso. Con le macchine a leva, il barista ha il controllo totale. Se un determinato caffè richiede una pre-infusione più lunga o estrae più sapore con un profilo di pressione specifico, è facile ottenerlo. Queste macchine permettono creatività e sperimentazione.

Le macchine a leva sono molto scenografiche e l’assenza di componenti elettrici può essere attraente. Non sono spesso utilizzate oggi e certamente non sono ideali per un caffè molto frequentato, ma se cerchi un metodo “steampunk” per fare il caffè, questo tipo di Macchina per espresso fa al caso tuo.

MACCHINE A POMPA

Le macchina per espresso a pompa sono presenti sul mercato dal 1960 e dominano il settore. Funzionano utilizzando una pompa elettronica per spingere acqua pre-riscaldata attraverso la camera di infusione e nel letto di caffè. Con una pompa elettronica, è facile ottenere una pressione costante e elevata. macchina per espresso

Oggi ci sono tre categorie principali di macchine a pompa: semiautomatiche, automatiche e superautomatiche. All’interno di ciascuna categoria ci sono variazioni che includono tipi di pompa, numero di caldaie e programmazione assistita da computer. Ma chiariremo prima le diverse tipologie prima di esaminare i meccanismi.

Macchine Semiautomatiche

Questa è probabilmente ciò che ti immagini quando pensi a una macchina per espresso professionale. Le macchine semiautomatiche utilizzano un sistema automatizzato per far passare l’acqua attraverso il gruppo erogatore. La macinatura, il tamping e il controllo del tempo di estrazione sono responsabilità del barista. macchina per espresso

Sono un buon compromesso tra il controllo umano e la consistenza meccanizzata. Sei tu a gestire l’estrazione del caffè, ma ci sono pressione dell’acqua e temperatura regolate, quindi è più difficile fare errori.

Macchine Automatiche

Sono molto simili alle macchine semiautomatiche, ma interrompono automaticamente il flusso dell’acqua. Ciò assicura un volume consistente in ogni caffè e significa che non devi stare sopra ogni espresso per evitare che trabocchi. Le macchine per espresso automatiche sono utilizzate anche nei caffè.

Macchine Superautomatiche

Le superautomatiche fanno tutto da sole. La Macchina per espresso i chicchi di caffè, misura, riempie e tampa il caffè nel portafiltro. Premi un pulsante e ottieni un caffè consistente ogni volta. Alcune macchine permettono di fare regolazioni sulla dimensione della macinatura e sul timing, ma c’è poco spazio per la creatività. Sono solitamente utilizzate in case e uffici, piuttosto che nei caffè.

I DIVERSI TIPI DI  POMPE NELLE MACCHINE A PRESSIONE

Ci sono diversi tipi di pompe in queste macchine: pompe vibranti, rotanti e ingranate. Ivan mi dice che le pompe vibranti sono di solito utilizzate nelle macchine superautomatiche e sono “molto instabili nel controllo della pressione, poiché lavorano con una pressione fissa”.

Dice che “la pressione può passare da 4 bar all’inizio dell’estrazione fino a 14-16 bar quando si finisce l’espresso”. Ci sono situazioni in cui potresti voler variare il profilo di pressione, ma, come sappiamo, una pressione irregolare non pianificata può creare un cattivo espresso. Le macchine di grado professionale di solito utilizzano pompe rotanti o ingranate. Ivan mi dice che “le pompe rotanti sono costanti e stabili. Tuttavia, è necessario regolarle in base al loro deterioramento e col passare del tempo.”

THE PRICE OF A CONSISTENT ESPRESSO

Le macchine a pompa semiautomatiche e automatiche possono offrire un buon equilibrio tra consistenza e controllo rispetto ad altre opzioni, ma possono essere costose. Shaun dice che le macchine con più caldaie “ovviamente hanno un certo costo. È una situazione così allettante dal punto di vista del barista… il budget gioca un ruolo enorme in tutto questo.”

Le macchine a pompa possono variare ampiamente nel prezzo, ma comprendendo i meccanismi di base si può fare una scelta informata. Stai pagando per un maggiore controllo e stabilità o solo per un buon aspetto? Ci sono pro e contro per ciascun tipo di macchina da caffè espresso. Con differenze di consistenza, accessibilità economica e considerazioni pratiche, la “migliore” macchina per espresso è diversa per ogni persona.

Lo sviluppo della tecnologia delle macchine da caffè espresso avviene continuamente. Nuovi componenti, sistemi pneumatici e controlli computerizzati sono in fase di sviluppo da parte dei produttori di tutto il mondo. È facile lasciarsi sedurre da una macchina dall’aspetto accattivante o con funzionalità high-tech, ma sotto il guscio elegante ci sono delle differenze sostanziali. Prima di impegnarti in un acquisto, chiediti se la macchina corrisponde davvero alle tue esigenze.

FAQs: